Non riproponibilità d’appello dichiarato inammissibile o improcedibile

DiMatteo Bertocchi

Non riproponibilità d’appello dichiarato inammissibile o improcedibile

L’appello dichiarato inammissibile o improcedibile non può essere riproposto, anche se non è decorso il termine fissato dalla legge.” (Art. 358 cp.c.)

In base al c.d. principio di consumazione dell’impugnazione non è possibile riproporre un appello che sia stato dichiarato inammissibile o improcedibile.

La conseguenza della dichiarazione di inammissibilità e di improcedibilità dell’appello, anche qualora non sia ancora decorso il termine per impugnare, è il passaggio in giudicato della sentenza di primo grado.

Chiedi un parere per l’appello.

0 0 vote
Article Rating

Info sull'autore

Matteo Bertocchi administrator

Avvocato in Bergamo dal 2009, fondatore dello Studio Legale Bertocchi. Offro consulenza e assitenza legale nel diritto civile, in particolare nell'ambito dei contenziosi commerciali e immobiliari, nonché nel diritto tributario.

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments