Mobili del conduttore dopo lo sfratto

Qualora, a seguito della convalida di sfratto ed al successivo rilascio dell’immobile, il conduttore non provveda a liberare l’immobile dai beni di sua proprietà, ai sensi dell’art. 609 c.p.c., dovrebbe essere nominato un custode di tali beni da parte dell’Ufficiale Giudiziario presente all’atto del rilascio.

Ove tale nomina non avvenga, la qualifica di custode viene assunta dal locatore.

Non è possibile procedere all’abbandono dei beni del conduttore, né all’asportazione di questi, senza previa informativa al conduttore, in quanto potrebbe configurarsi, in tali eventualità, il reato di appropriazione indebita.

Il locatore potrà, innanzitutto, mantenere i beni del conduttore nell’immobile che era stato locato, chiedendo a quest’ultimo il risarcimento dei danni per impossibilità di utilizzare l’immobile.

Qualora tale soluzione non appaia idonea, il locatore potrà innanzitutto inviare una diffida al conduttore, intimandogli di provvedere al ritiro dei propri beni entro un termine perentorio.

Nel caso in cui la diffida rimanesse priva di riscontro, dovrà procedere all’offerta ex art. 1209 e ss c.c., a mezzo di Ufficiale Giudiziario; qualora, anche a seguito di ciò, il conduttore non provvedesse al ritiro dei beni, il locatore potrà alternativamente effettuare il deposito dei beni in appositi locali (in tal caso sarà costretto ad anticipare le spesecon diritto di rivalsa sul conduttore), ovvero potrà chiedere, previa autorizzazione del Giudice, che si proceda alla vendita dei beni secondo la procedura seguite per il pignoramento.

Una risposta a “Mobili del conduttore dopo lo sfratto”

  1. Difficilmente l’ufficiale giudiziario non affida la custodia dei beni trovati nell’alloggio sfrattato, per esperienza avendo assistito vari clienti in simili condizioni mi sono premunito di macchina fotografica, fotografando il tutto alla presenza dell’ufficiale giudiziale, che ha verbalizzato il tutto, e radunando il tutto in un locale e messi a disposizione del locatario sfrattato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *