Chiedici una consulenza online

Diffida di pagamento

DiMatteo Bertocchi

Diffida di pagamento

La diffida di pagamento è un atto formale, concretamente costituito da una raccomandata a.r. o da una comunicazione tramite posta elettronica certificata, con la quale viene precisato il credito insoluto, la fonte dello stesso e si intima al debitore di adempiere al pagamento entro un termine perentorio stabilito, solitamente, in base all’importo del credito.

Nella diffida viene comunicato al debitore che, ove non provvedesse all’adempimento spontaneo del proprio debito, si farà ricorso all’Autorità Giudiziaria competente per il recupero coatto del credito.

Questo strumento può risultare utile per sollecitare un debitore in difficoltà che, comunque, riconosce il proprio debito e intende pagare.

Nell’ipotesi, invece, in cui persista l’insolvenza anche a seguito del decorso del termine concesso per l’adempimento, non resterà che agire giudizialmente nei confronti del debitore.

Info sull'autore

Matteo Bertocchi administrator

Avvocato in Bergamo dal 2009, fondatore dello Studio Legale Bertocchi. Offro consulenza e assitenza legale nel diritto civile, in particolare nell'ambito dei contenziosi commerciali e immobiliari, nonché nel diritto tributario.

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami